LA DOCUMENTAZIONE SU LEA - maipiucomelea

Vai ai contenuti

Menu principale:

LA DOCUMENTAZIONE SU LEA

documentazione

I DOCUMENTI


 Per potervi fare un'opinione chiara, specie se siete veterinari, è necessario avere a disposizione i documenti relativi a questa storia e che ha esaminato il consiglio dell'Ordine di Brescia.

 Ecco quindi che potrete anche voi valutare il comportamento del dott. Omissis che ha operato Lea e quello dell'Ordine che ha esaminato il caso.

RELAZIONE DEL MIO PERITO
DOTT. ANDREA ZATELLI


Credo sia importante segnalare che il dott. Zatelli è uno dei massimi esperti sul tema delle malattie urinarie e quindi quanto mai titolato per esaminare il caso.
A riprova leggete questo articolo, a pagina 2 è riportato il suo curriculum clicca qui

clicca qui per la relazione

LA RELAZIONE DEL PERITO
DEL DOTT. OMISSIS


 Il veterinario ha quindi fatto fare ad un collega una perizia a sua difesa. Non mi era stata consegnata e l'ho richiesta, quindi....




clicca qui per continuare


LA DIFESA DEL DOTT. OMISSIS

 Il veterinario legge la relazione del dottor Zatelli e presenta le sue considerazioni (notare che fa presente di non essere stato ancora interamente pagato...).
 Cerca di demolire le osservazioni del dottor Zatelli, spiegando - fra l'altro - che lui è abituato a risolvere e non a documentare per "appagare tali altrui necessità"

clicca qui per leggere la relazione

IL PARERE DEL
CONSULENTE UNIVERSITARIO


 L'Ordine dei Veterinari ha ritenuto correttamente di ascoltare anche un perito terzo, un docente universitario qualificato, che ha svolto, per così dire, quello che nei tribunali è il ruolo del CTU (Consulente Tecnico di ufficio).
Dopo aver letto le relazioni delle parti ha redatto questo parere.
 Leggetelo bene

clicca qui per il parere


Secondo voi a chi dà ragione?


ALTRA DOCUMENTAZIONE ESAMINATA DALL'ORDINE DEI VETERINARI


Certificato diagnostico prima dell'intervento da parte del dottor Omissis

Certificato autoptico

Cartella Clinica  rilasciatami dal dott. Omissis

Referto istologico dell'ISZER Ser. di Reggio Emilia


Il verbale dell'audizione preliminare avvenuta tra il Vicepresidente dell'Ordine e il dott. Omissis non è stato reso disponibile

Ecografie del dott. Omissis e il referto  1 - 2 - 3 - 4 - referto

Esami del sangue  1 - 2



ULTERIORI DOCUMENTI


Ecografie del mio veterinario (gennaio 2009) 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6

L'AUTOPSIA


 Questo è il filmato dell'autopsia che ho fatto fare alla povera Lea a dimostrazione che quanto mi era stato dichiarato per iscritto dal dottor Omissis, cioè asportazione dell'utero, non corrispondeva a realtà. I veterinari potranno  così constatare materialmente che era stato dichiarato il falso.


clicca qui per il referto


IL VERDETTO


 Ed ecco l'incredibile risultato: a fronte di una relazione di un esperto considerato un luminare nel suo campo e del parere di un qualificato docente universitario, si ritiene che il dottor Omissis non debba neppure essere soggetto ad un richiamo scritto!!

 Eppure lo stesso Ordine ha riconosciuto che l'intervento non è stato eseguito secondo la buona prassi chirurgica!

 Ma quello che allarma di più è che questo giudizio è stato sottoscritto dal presidente nazionale dei veterinari, persona considerata da tutti i suoi colleghi come corretta, qualificata, seria e onesta.
 Infatti questo significa che un caso come quello di Lea non potrebbe che finire allo stesso modo anche presso gli altri Ordini, o anche peggio se i loro presidenti non fossero alla sua altezza.
 Si potrebbe obiettare che la relazione del perito del dottor Omissis sia un tale capolavoro scientifico da spiegare questa conclusione; già, ma allora perché renderla così segreta?

clicca qui per il verbale di archiviazione

 Ecco perché continuerò per sempre a battermi affinchè Lea abbia giustizia, se non da chi avrebbe dovuto riconoscergliela, almeno attraverso un'informazione a tutto campo. Spero non sia troppo lontano il giorno in cui i nostri familiari non umani avranno gli stessi diritti che abbiamo noi  (cartella clinica, consenso informato ecc) , affinché l'operato dei veterinari come il dott. Omissis sia tracciabile (altro che sarcastica "altrui necessità").
 Fino ad allora cercherò di allertare quante più persone possibile: il dott. Omissis continua allegramente ad esercitare, ma quanti altri come lui ce ne sono, che infangano l'intera categoria in cui operano molti bravi e coscienziosi professionisti?

 
Torna ai contenuti | Torna al menu